Posted by on Feb 8, 2018 in Eventi, Incontri letterari | 0 comments

Ogni volta che apriamo un libro ci prendiamo cura di noi stessi.
Lo dicono gli esperti che nei libri vedono una cura in grado di dare sollievo ai più comuni disturbi dell’umore.
Tra le pagine di un libro si trovano le occasioni per riflettere su di sé, per confrontarsi.

Ma leggere è utile anche per sviluppare risorse e abilità empatiche.
Per vivere meglio, per capire con più facilità le persone che ci circondano.
Fa bene ai grandi e ancor di più ai piccoli: identificarsi con i personaggi di una storia aiuta a scoprire lati nascosti del carattere a buttar fuori paure e ansie.
Ma anche per chi ragazzo non lo è più da tempo: leggere molto è uno dei fattori protettivi più importanti contro l’invecchiamento del cervello.

Quest’oggi ci è stato proposto “Come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie. Partiremo col trattare gli argomenti discussi in questo famoso libro di crescita personale e sociale.

come-trattare

Le parole che Carnegie suggerisce non sono divagazioni teoriche di un esperto in relazioni interpersonali, né capitoli di un altisonante trattato di psicologia: semplicemente sono consigli che hanno un immediato utilizzo pratico sul lavoro, in casa negli affari e nei rapporti sociali in genere.

In uno stile colloquiale e piacevole Carnegie dà una soluzione ai problemi di tutti i giorni che nessuna scuola prepara ad affrontare.

Come conquistare la fiducia degli altri in otto mosse:

  • Rinnova gli schemi mentali, pensa in modo nuovo, apriti a nuovi orizzonti, scopri nuove possibilità.
  • Costruisci amicizie facilmente e rapidamente.Aumenta la tua popolarità.
  • Convinci gli altri a pensarla come te.
  • Aumenta il tuo potere di persuasione.
  • Accogli le proteste, evita le discussioni, rendi gradevoli i tuoi rapporti sociali
  • Diventa un buon parlatore e un piacevole conversatore.
  • Suscita entusiasmo intorno a te.

5 milioni di lettori hanno effettivamente ottenuto questi risultati.