Posted by on Feb 14, 2018 in Eventi, Incontri letterari, News | 0 comments

Ogni volta che apriamo un libro ci prendiamo cura di noi stessi.
Lo dicono gli esperti che nei libri vedono una cura in grado di dare sollievo ai più comuni disturbi dell’umore.
Tra le pagine di un libro si trovano le occasioni per riflettere su di sé, per confrontarsi.

Ma leggere è utile anche per sviluppare risorse e abilità empatiche.
Per vivere meglio, per capire con più facilità le persone che ci circondano.
Fa bene ai grandi e ancor di più ai piccoli: identificarsi con i personaggi di una storia aiuta a scoprire lati nascosti del carattere a buttar fuori paure e ansie.
Ma anche per chi ragazzo non lo è più da tempo: leggere molto è uno dei fattori protettivi più importanti contro l’invecchiamento del cervello.

La corsara

Nella puntata di domani inizieremo parlando di “La corsara” di Sandra Petrignani.

Descrizione del libro:

Il romanzo della vita di Natalia Ginzburg, una delle più importanti figure della letteratura italiana contemporanea, scrittrice innovativa e opinionista “corsara” al pari di Pasolini. Sullo sfondo dell’Italia del secondo dopoguerra, l’avventura intellettuale dell’autrice di Lessico familiare, un’avventura inimmaginabile senza la storia di una grande Torino: quella della “cospirazione alla luce del sole” contro il fascismo in cui furono coinvolti gli intellettuali e gli artisti più brillanti, da Leone Ginzburg a Norberto Bobbio, da Carlo Levi a Casorati, e quella della nascita garibaldina, in un sottotetto, della casa editrice Einaudi.